Cerca nel sito
CATALOGO
Scegli la disciplina
Scegli la disciplina


SCARICA IL CATALOGO SCUOLA SUPERIORE 2017



SCARICA IL CATALOGO SCUOLA MEDIA 2017



SCARICA IL CATALOGO
di LATINO




SCARICA IL CATALOGO di GRECO



SCARICA IL CATALOGO di NARRATIVA SCUOLA MEDIA

S126 - Verbum pro verbo

Versioni latine per il secondo biennio e il quinto anno della scuola secondaria superiore - Con Dizionario morfo-sintattico e CD-ROM con versioni guidate - Libro misto con contenuti digitali integrativi + Verbum pro verbo
2013 - pp. 512 + 96 - 9788824436557 - € 16,00

Prezzo pdf: €10,90

Giampiero Anselmi - Daniele Sorvillo
  • Gli ebook sono consultabili su computer, tablet e smartphone Apple e Android, e-reader ed altri dispositivi compatibili con il drm Adobe, ma non sono stampabili (salvo quando diversamente indicato). Per le informazioni sugli ebook, consulta la guida.
    Per la riproduzione a favore di studenti non vedenti, ipovendenti o con disturbi specifici di apprendimento contatta info.scuola@simone.it
 
 
 




Verbum pro verbo nasce dall’esigenza di offrire agli alunni del secondo biennio e quinto anno dei Licei l’opportunità di leggere e comprendere i testi degli autori latini più significativi. Tramontata da tempo la pretesa che l’alunno possa raggiungere un’abilità produttiva (senza peraltro chiarire in quale latino), oggi si richiede una conoscenza della lingua che consenta di raggiungere la competenza ricettiva. Partendo da questi presupposti si è scelto di presentare quasi esclusivamente testi di autore, rinunciando a proporre (tranne in pochi esercizi, utili per l’applicazione immediata delle regole, e nelle versioni guidate, brani rielaborati o semplificati nella struttura per facilitare il compito dell’alunno).
Se per la traduzione è indispensabile infatti una buona padronanza della lingua di arrivo, soprattutto se si vuole conservare genus omne verborum vimque, per la comprensione è evidentemente necessaria una competenza adeguata delle strutture della lingua di partenza.
Oggi, anche a causa della progressiva riduzione del numero di ore dedicate allo studio della morfosintassi, a seguito delle recenti riforme, è più difficile rispetto a qualche anno fa, alla fine del primo biennio di studio, reperire alunni in grado di affrontare con disinvoltura la traduzione dei classici. Per questo motivo il volume presenta un riepilogo della sintassi dei casi, del verbo e del periodo. Per ogni argomento affrontato sono proposti esercizi di applicazione immediata e una versione guidata di un brano di argomento storico-letterario, nel quale è possibile riconoscere la presenza dei contenuti appena studiati. Tale scelta può consentire agli studenti, che già hanno iniziato il percorso della storia della letteratura, di superare meglio, conoscendo già preventivamente l’argomento affrontato nel brano proposto, le difficoltà che si possono riscontrare nella traduzione. Un ulteriore aiuto viene dalla presenza, all’interno del brano e nelle note che lo corredano, di alcuni link che rimandano al Dizionario morfo-sintattico, allegato al volume, che, nella versione digitale, è accessibile con un semplice click sulla parola evidenziata. Successivamente viene proposta una serie di brani di autori in ordine crescente di difficoltà, nei quali sono presenti gli argomenti sintattici sviluppati nel capitolo. Alcuni brevi esercizi, prendendo spunto dai brani proposti, comportano una riflessione su una particolare regola.
Dopo una sezione contenente alcuni suggerimenti riguardo al lessico, alla semantica e allo stile per una traduzione più agile e sicura, si apre l’ampia parte costituita da brani divisi per autore. Di ognuno di essi si riportano le coordinate cronologiche e alcune notizie essenziali sulle scelte stilistiche. Segue una versione guidata il cui contenuto riguarda la vita e/o l’opera dell’autore.
La successione numerica dei brani in questa parte riflette puntualmente la disposizione che hanno nell’opera da cui sono tratti, in modo da offrire una visione più completa possibile degli argomenti trattati nell’intera opera. L’ultima sezione di tale parte è dedicata ad autori che hanno usato la lingua latina dal Medioevo fino a tempi più vicini a noi. Sicuramente la scoperta che personaggi conosciuti attraverso lo studio di altre discipline hanno voluto esprimersi usando il prestigio della lingua latina potrà suscitare, dopo un’iniziale sorpresa, qualche riflessione in più sul fatto che il latino ha continuato ad essere una lingua ampiamente utilizzata nel corso dei secoli e così superare il radicato ma evidentemente superficiale pregiudizio del latino come lingua morta.
Alcuni di questi testi, inoltre, potranno poi trovare una funzione di utilità immediata: l’alunno, forse, da qui, potrà trovare uno spunto per presentare un percorso personale e originale agli esami di maturità.
La rubrica Res Romanae offre invece il pretesto per un arricchimento lessicale che riteniamo possa essere raggiunto meglio attraverso la lettura di brani che evidenziano alcuni aspetti della vita quotidiana di Roma, piuttosto che con elenchi di parole da mandare a memoria.
A chiusura del volume è proposto un Glossario dei termini retorici e stilistici presenti nel testo ed evidenziati dal colore.
L’estensione on line per gli alunni comprende una ricca raccolta di brani d’autore raccolti per moduli tematici (il latino tecnico, res publica, barbaritas, la donna ecc.) ed una serie di esercizi per il recupero che può essere usata anche senza la guida dell’insegnante; gli argomenti sono, infatti, proposti nello stesso ordine del libro, per favorire una consultazione più agevole della teoria.
Gli esercizi tendono alla valutazione (o autovalutazione) di conoscenze, competenze e abilità e sono conclusi da un semplice brano di autore.
Il Materiale per l’insegnante, infine, comprende, oltre all’indice delle fonti, più di cento brani sul modello delle versioni guidate presenti nel testo che possono essere usati sia per l’esercizio a casa che per le verifiche in classe. Si tratta anche in questo caso di brani di versione di argomento storico-letterario o storico la cui traduzione non è in alcun modo reperibile in rete. L’insegnante può intervenire sul testo modificandolo a suo piacimento anche eliminando, ove presenti, i rimandi al dizionario morfosintattico.
 
 
Allegato al volume Verbum pro verbo, il Dizionario morfo-sintattico è un pratico e prezioso strumento di consultazione per il ripasso e il consolidamento delle conoscenze morfologiche e sintattiche della lingua latina.
Nelle versioni guidate presenti nel testo parole o costrutti particolari sono evidenziati in colore e seguiti da un numero, cui corrisponde la breve, e al contempo esaustiva, trattazione dell’argomento nel presente dizionario. Un piccolo esempio: saeculo exeunte (1) rinvia al numero 1, tra l’altro facilmente reperibile grazie alle piste laterali, che corrisponde all’esposizione dell’ablativo assoluto. Nelle note che spesso corredano le versioni guidate i rinvii al dizionario, consultabile naturalmente in maniera veloce anche in ordine alfabetico, sono segnalati attraverso parole colorate e recanti in apice un triangolino: ad esempio perifrastica passiva.
Le versioni guidate e il dizionario morfo-sintattico hanno anche una versione digitale. Qui è sufficiente un click sulle parole evidenziate per accedere alla trattazione dell’argomento grammaticale.


Sintassi dei casi
1. Il nominativo
• Il verbo videor
Verba dicendi
Verba iubendi
1. Livio Andronico [versione guidata]
2. I primi successori di Romolo
3. Nemo propheta in patria
4. I fiumi Mosa e Reno
5. Le arti arrivano a Roma dalla Grecia e dall’Etruria
6. La Sicilia, isola sacra a Cerere e Proserpina
2. L’accusativo
• Accusativo semplice
• Accusativo retto da nomi o aggettivi
• Accusativo retto da preposizione
• Accusativo retto da verbi
• I verba rogandi e petendi
• I verbi assolutamente impersonali
• I verbi relativamente impersonali
7. Una lingua troppo lunga [versione guidata]
8. Una sola gens contro un intero popolo
9. Le donne di Cesare
Res Romanae Il matrimonio
10. A caccia di leoni
11. Il regno di Numa Pompilio
12. Alessandro e Clito
13. Le donne sabine
3. Il dativo
• Funzioni del dativo
• Dativo retto da verbi
• Dativo retto da aggettivi
14. Plauto non era adatto al commercio [versione guidata]
15. Una corsa truccata
16. Dionigi il Vecchio
17. Trasubulo libera la sua patria e perdona i traditori
18. Preparativi per la battaglia di Maratona
19. L’ultimo re degli Assiri
20. La resa del re Poro
21. La moderazione di Marcello conquistatore di Siracusa
4. Il genitivo
• Genitivo dipendente da nomi (o pronomi) e avverbi
• Genitivo dipendente da aggettivi
• Genitivo retto da verbi
22. Alcune caratteristiche delle commedie plautine [versione guidata]
23. Timoteo è riabilitato dopo la morte
24. Un generale molto audace: Giulio Cesare
25. Vecchietti terribili
26. Cincinnato è nominato dittatore
27. Una lettera ad un amico malato
28. Una pesca eccezionale
29. è meglio studiare nella propria città
Res Romanae La scuola
5. L’ablativo
• Ablativo di allontanamento o separazione
• Ablativo locativo
• Ablativo strumentale
• Ablativo retto dagli aggettivi dignus/indignus
• Ablativo retto da verbi
• La costruzione di opus est
30. Ennio aveva tre cuori [versione guidata]
31. Notizie sugli Sciti
32. Prodigi che preannunciano la carriera di Vespasiano
33. Cimone subisce la stessa sorte di suo padre
34. Bucefalo, il cavallo di Alessandro
35. I complici di Catilina vengono giustiziati
Res Romanae Delitti e castighi
36. La congiura dei paggi
37. Roma reagisce al disastro di Canne
Sintassi del verbo
1. L’indicativo
• Uso dei tempi dell’indicativo
• Particolarità nell’uso dell’indicativo
• Lo stile epistolare
38. Ennio si trasferisce a Roma e si dedica al teatro [versione guidata]
39. Res
gestae Divi Augusti
40. Vittorie su Cimbri e Teutoni
41. Un favore ricambiato
42. La casa dei fantasmi
43. Parla come mangi!
44. La dolce vita di un governatore
Res Romanae I viaggi
45. Tutti gli esseri viventi sono stati creati per gli uomini
2. Il congiuntivo
• Il congiuntivo che esprime una volontà
• Il congiuntivo che esprime una possibilità o un dubbio
46. Le opere minori di Ennio [versione guidata]
47. Elogio della poesia
48. Una lettera dall’esilio
Res Romanae Le Poste
49. Cicerone si pone tra i padri della patria
50. Gli uomini valorosi sono un esempio di vita
51. L’addio alla patria di un condannato innocente
52. La scelta degli amici
53. Cicerone propone di assegnare il comando ad Ottaviano
54. Come affrontare la morte
55. Nell’uomo è innato il desiderio di imparare
3. L’imperativo
• L’imperativo presente
• L’imperativo futuro
56. Ennio introduce l’esametro nella letteratura latina [versione guidata]
57. Il grande valore di un premio modesto
58. Quando parli, fatti capire!
59. Non preoccupatevi per me
60. Alessandro in India
61. Le magistrature
Res Romanae Il cursus honorum
62. Il trattato di pace con Antioco
63. Cicerone caccia Catilina da Roma
4. L’infinito
• Uso nominale dell’infinito
• Uso verbale dell’infinito
• Osservazioni su alcune costruzioni particolari
• I tempi delle proposizioni infinitive
• Osservazioni sull’uso dell’infinito futuro
64. Il migliore tra i comici latini [versione guidata]
65. Un bene voluttuario: il vino
66. Notizie favolose su popoli lontani
67. Aborigeni e Troiani diventano un solo popolo
68. Superstizioni nate dalla paura
69. Metello riorganizza l’esercito contro Giugurta
70. Preparativi segreti
71. Una guerra va troppo per le lunghe
Res Romanae La propaganda elettorale
72. Per una vita sana
73. La salute è più importante della ricchezza
74. L’arrivo della cavalleria cambia le sorti della battaglia
5. Il participio
• Il participio come aggettivo
• Il participio come verbo
75. Nascita e formazione di Terenzio [versione guidata]
76. La battaglia del Metauro
77. Tre imperatori in pochi giorni
78. Osservare gli uccelli fa vincere le battaglie
79. Annibale ed Antioco
80. Pompeo fugge da Brindisi
81. Lo sbarco di Cesare in Britannia
Res Romanae La misura del tempo e dello spazio
82. Ascesa e caduta di Manlio Capitolino
83. Orazio Coclite
84. Un prodigio favorevole ai Romani
85. Romolo
6. Il gerundio, il gerundivo e il supino
• Il gerundio
• Gli aggettivi verbali uscenti in –bilis e –ndus
• Il gerundivo
• Il supino
86. Confronto tra Plauto e Terenzio [versione guidata]
87. Un momento molto difficile
88. Uno stratagemma di Annibale
89. Pitagora
90. Come costruire l’accampamento
Res Romanae L’accampamento
91. Progetti di Cesare
92. La morte di Asdrubale
93. Consigli per vivere bene la propria vecchiaia
94. Frequentare i buoni giova ai buoni
95. Doveri dei giovani e doveri dei vecchi
Sintassi del periodo
1. Introduzione
• La coordinazione
• La subordinazione
• I tempi nelle subordinate: la consecutio temporum
• I modi nelle proposizioni subordinate: l’attrazione modale
• I principali elementi subordinanti
2. Le completive introdotte da quod
96. Pacuvio, il più grande tragediografo latino [versione guidata]
97. Una gioia inattesa può uccidere
98. Preparativi per lo sbarco in Britannia
Res Romanae La flotta
99. Gravi errori di valutazione
100. Le conseguenze della dittatura di Silla
101. Un’indagine sui Cristiani
102. L’amicizia: un vincolo più forte della parentela
103. Accontentiamoci di quanto gli dei ci hanno dato
104. All’amico Tacito
3. La proposizione interrogativa
• L’interrogativa diretta
• L’interrogativa indiretta
• La proposizione dubitativa
105. A Roma la tragedia è scomparsa troppo presto [versione guidata]
106. Doti oratorie di Catone
107. La prosopopea di Appio Claudio
Res Romanae La parentela
108. Un’accusa senza prove
109. I nobili si fanno giustizia da soli
110. L’infanzia di Roma
111. Bisogna fermare la congiura di Catilina
112. Se non sai cosa rispondere non farti interrogare!
113. Se non cambia la luna non si vince
114. Il supplizio di un cittadino romano
Res Romanae La cittadinanza
115. Un ateo incorreggibile
116. La colonizzazione della Corsica
117. L’amicizia non nasce dall’utilità
118. L’arrivo dei Galli interrompe l’affermarsi della repubblica romana
119. Non desiderare è come avere
4. Le altre completive al congiuntivo
• Completive dichiarative introdotte da ut / ut non
• Completive volitive introdotte da ut / ne
• I verba timendi
• Completive introdotte da quin
• Completive rette da verba impediendi o recusandi
120. Catone si oppone senza successo alla diffusione della cultura greca
[versione guidata]
121. Il sacrificio di Regolo
122. Cesare perdona un ubriacone
123. Una resa senza condizioni
124. Come fu smascherato Lisandro
125. Il trionfale ritorno di Alcibiade
126. Come Vespasiano divenne imperatore
127. Il giuramento di Annibale
128. La superstizione ferma Alessandro alle porte dell’Egitto
129. Milziade assedia l’isola di Paro
130. Precauzioni di un ammiraglio sconfitto
131. Alessandro ferito
132. Provvedimenti contro una religio externa
Res Romanae Stato e religione a Roma
133. Un oste assassino
134. La società perfetta
135. I nostri antenati sono stati migliori di noi
136. Inizia la terza guerra punica
5. Le subordinate aggettive o relative
• Classificazione delle relative
• Le relative improprie
• Le relative incidentali
• La prolessi del relativo
• Le relative apparenti e il nesso relativo
137. Grazie a Catone il latino divenne la lingua comune dell’Italia [versione guidata]
138. L’oro, un dono bello in apparenza
139. Centurioni e decurioni
Res Romanae La legione
140. Come nacque il cognomen di Valerio Corvino
Res Romanae Il nome
141. Ad un vero amico in un momento di sconforto
142. Marco Aurelio, l’imperatore filosofo
143. Solo il sapiente è libero
144. La distruzione di Cartagine
145. Le promesse ingiuste non si devono mantenere
146. Il canto del cigno
147. La calamitas è una prova di virtus
6. Cum e il congiuntivo
• Traduzione in forma implicita
• Traduzione in forma esplicita
• La congiunzione coordinante cum e la preposizione cum
148. Catone fu anche grande oratore [versione guidata]
149. Un tiranno sospettoso
150. Una forte emozione può essere salutare
151. Vecchiaia e morte del liberatore della Sicilia
152. Facete dicta
153. I poeti, come i frutti, migliorano maturando
154. Il valore del giuramento nei tempi antichi
155. In Italia comandano i Romani
7. Le temporali
• Il cum temporale
• Altri modi per esprimere le temporali
156. Lucilio [versione guidata]
157. Scipione è ospitato da Massinissa
158. Licurgo, il vero fondatore di Sparta
159. Una lettera segreta
160. Due divinità amiche dei Romani
161. Finti disertori
162. Un generale fugge per non pagare i soldati
163. Il ritorno dall’esilio
Res Romanae L’esilio
164. Cicerone si è ritirato dalla politica
165. Il parere di Erennio Ponzio
166. Inizia la battaglia del Trasimeno
8. Le causali
• Congiunzioni che introducono le causali
• Altri modi per esprimere le causali
167. Un poeta suicida [versione guidata]
168. La nascita del nome uomo
169. La morte di Virginia
170. Filippo di Macedonia, un re amante della cultura
171. La morte di un padrone crudele
Res Romanae I servi
172. Le donne degli assediati non vogliono essere abbandonate
173. Migrazione degli Elvezi
174. La nascita del culto della Pudicitia Plebeia
9. Le finali
• Altri modi per esprimere le finali
175. Un uomo politico poco affidabile [versione guidata]
176. Nasce la repubblica romana
177. La sfida di Marsia ad Apollo
178. Astuzia di Ificrate
179. Non a tutti si può concedere il trionfo
Res Romanae Il trionfo
180. Un soldato soprannominato Achille
181. A mali estremi…
182. Un periodo di gravi disordini
183. Un esercito attraversa due volte l’Italia
184. Amici veri e fasulli
10. Le consecutive
• Relative improprie con valore consecutivo
Cum e congiuntivo con valore consecutivo
185. Un poeta sfortunato in amore [versione guidata].............................. Pag. 243
186. Un generale sceglie il posto più favorevole per combattere
187. I maestri costano cari
188. Tito, delizia del genere umano
189. Molti Greci sono venuti nel Lazio
190. Sobrietà degli uomini del passato
191. Elogio di Alessandro Magno
192. Scipione e Mummio
193. Le cause dell’esilio di Scipione
194. Il bagno
Res Romanae Balnea
195. Un invito a scrivere opere di storia
11. Le concessive e le avversative
• Le concessive
• Le avversative
196. Cesare fu il più grande storico della sua epoca [versione guidata]
197. Focione
198. Uno stratagemma per provocare la guerra
199. Morte di Attico
200. Ritratto di un filosofo
Res Romanae Che barba!
201. Giugurta cerca di comprare il Senato romano
202. Idee di Socrate sull’immortalità dell’anima
203. Risparmiare i vinti e colpire gli ostinati
204. Imprese militari e benemerenze civili
205. L’anima è immortale
206. Tiberio si ritira a Capri
207. Gente di carattere
12. Le proposizioni limitative ed eccettuative
• La proposizione limitativa
• La proposizione eccettuativa
208. La formazione culturale di Cicerone [versione guidata]
209. Il primo della classe
210. A colpi di armi da fuoco
Res Romanae L’assedio
211. I Romani non esitano a morire per la libertà
212. Una grande battaglia (forse) mai combattuta
213. L’amore per la cultura nasce da una frattura
214. Alcuni vantaggi della vecchiaia
13. Le comparative
• Comparative reali
• Proposizioni comparative ipotetiche
• Proposizioni comparative incidentali
• Altri modi per esprimere le proposizioni comparative
215. Cicerone e Demostene [versione guidata]
216. La fine di Numanzia
217. Le incombenze di un patronus
Res Romanae Patroni e clientes
218. Quando la scuola non funziona
219. La risposta di un oracolo
220. Marcello a Siracusa
221. Discorso di Scipione ai soldati
222. Un benefattore
223. Il bene comune è il primo dovere dell’uomo politico
224. Il magistrato muto e la legge parlante
225. L’otium di Scipione e quello di Cicerone
226. Ognuno ragioni con la propria testa
14. Il periodo ipotetico e le proposizioni condizionali
• Periodo ipotetico indipendente
• Periodo ipotetico con l’apodosi all’infinito
• Periodo ipotetico con l’apodosi al congiuntivo
• Le proposizioni condizionali
227. Le orazioni di Cicerone nell’anno del consolato [versione guidata]
228. Il giudizio di Paride
229. Filippo e Democare
230. La coerenza di Curio Dentato
231. Il Senato, non gli imperatori, ha reso grande Roma
232. Una grave sconfitta di Aderbale
Res Romanae Gli abiti dei Romani
233. L’ultima battaglia di Cicerone
234. Consigli di Fabio Massimo
235. Nessuno è senza colpa
236. Commercio e agricoltura
Res Romanae Commercio all’ingrosso e al minuto
237. Elogio dell’amicizia
238. Chi sa di essere odiato deve andarsene
239. Un uomo si perdona, una donna no
240. Non sempre nei vecchi la memoria diminuisce
241. L’immortalità dell’anima
242. Non sempre è facile scegliere
243. La forza d’animo è un bene prezioso
244. La storia di Roma è paragonata alla vita di un uomo
Particolarità lessicali,
semantiche e stilistiche
• Traduzione dei sostantivi
• Traduzione degli aggettivi
• Traduzione dei pronomi
• Traduzione degli avverbi
• Traduzione delle endiadi
• Traduzione delle litoti
• Traduzione del discorso indiretto
Gli autori
Cornelio Nepote
• Lingua e stile
245. Notizie sulla vita e l’opera di Nepote [versione guidata]
246. Il re persiano riceve un’inaspettata lettera
247. Epaminonda dimostra la sua onestà
248. Eventi successivi alla morte di Alessandro il Macedone
249. Ascesa di Dione e timori di Dionisio
250. Annibale muore
251. Prudenza politica di T. Pomponio Attico
252. Anche nella vita privata Attico dimostra grandezza
Res Romanae Scrittura, libri, editori
Cesare
• Lingua e stile
253. Contenuto e stile dei Commentarii di Cesare [versione guidata]
254. La migrazione degli Elvezi guidati da Orgetorige
255. Cesare si scontra con gli Elvezi presso l’Arari
256. La fortezza di Novioduno si arrende a Cesare
257. Sagacia di Titurio Sabino
258. La popolazione degli Svevi (I)
259. La popolazione degli Svevi (II)
260. Un esempio di eroe
261. Sleale attacco dei Germani
262. La Britannia
263. Gara tra due valorosi centurioni
264. Galli e Germani al tempo di Cesare
265. Un grande nemico
266. La fine della guerra gallica
267. Pompeo all’inizio della guerra civile
268. Cesare denuncia l’attacco di Pompeo alla libertà
269. Un assedio fruttuoso
270. I Marsigliesi implorano per ottenere una tregua
271. Errore di valutazione dei Pompeiani
272. Uccisione di Pompeo
273. Cesare occupa l’isola di Faro
Cicerone
• Lingua e stile
274. L’epistolario di Cicerone [versione guidata]
275. Cicerone ragguaglia l’amico Attico
Res Romanae La villa urbana
276. Riflessioni sulla candidatura come console
277. Bruto è informato su Clodio
278. Preoccupazioni di un padre di famiglia
279. Speciali cure riservate a Tirone
280. Un gravissimo lutto
281. Il più grande oratore di Roma [versione guidata]
282. Passione difensiva
283. Le colpe di Verre in Sicilia
284. Il ruolo della città di Siracusa
285. Lo scellerato Verre viola i diritti della cittadinanza romana
286. O tempora, o mores!
Res Romanae Le parti dell’orazione
287. I seguaci di Catilina
288. Due soluzioni possibili
289. Difesa di Celio
290. Una situazione insopportabile
291. La giovane età merita indulgenza
292. I consoli hanno bisogno del riconoscimento del Senato
293. Cesare smaccatamente elogiato
294. La morte è preferibile alla schiavitù
295. Le prime opere retoriche di Cicerone [versione guidata]
296. L’eloquenza è generata dallo sviluppo civile
297. Caratteristiche dell’oratore
Res Romanae La retorica nel mondo antico
298. L’umiliazione di un saccente
299. La cultura dell’oratore
300. La filosofia di Cicerone [versione guidata]
301. La politica è filosofia pratica
302. Un incontro tra amici
303. I tre tipi di Stato
Res Romanae Res publica
304. I due Scipioni: l’Africano appare in sogno all’Emiliano
305. La falsità di alcuni valori
306. Cicerone si dedica alla filosofia
307. La pratica della divinazione
308. Elogio di Quinto Massimo
309. Un padre morente
310. Considerazioni sull’amicizia
311. La speculazione filosofica deve giovare alla vita politica
Res Romanae I partiti politici
312. Roma ha abbandonato la via della giustizia
313. Il senso del dovere deve prevalere sull’utile
Sallustio
• Lingua e stile
314. Sallustio, il Tucidide latino [versione guidata]
315. L’ingegno prevale sulla forza
316. Grandezza in pace e in guerra
317. Gioventù gloriosa
318. L’avidità ha generato la decadenza romana
319. Un ambizioso piano
320. Le parole commosse di un luogotenente
321. Morte di Catilina
322. L’agire umano
323. Ritratto di Giugurta
324. Mario si candida al consolato
Res Romanae Novitas e prisci mores
325. La sconfitta di Giugurta
326. Mario è aiutato dalla buona sorte
327. Giugurta è catturato
Tito Livio
• Lingua e stile
328. La grandezza dell’opera di Livio [versione guidata]
329. Enea incontra Latino
330. La triste storia di Tarpea
331. L’elezione di Cincinnato
332. L’assedio di Veio
Res Romanae L’evocatio
333. L’umiliazione del giogo
334. Annibale
335. Scipione incoraggia i propri soldati
336. Annibale arringa i soldati prima della battaglia
337. Morte di L. Emilio a Canne
338. L’assedio di Roma
339. Sofonisba e Massinissa
340. Un nemico acquisito
341. Un errore fatale
342. Perseo si arrende ai Romani
Valerio Massimo
• Lingua e stile
343. Valerio Massimo non può essere considerato uno storico [versione guidata]
344. Dionisio e la religione
345. Donne a tavola
Res Romanae Tutti a tavola!
346. Riservatezza senatoria
347. I fatti superano gli oracoli
348. L’odioso Sestilio
349. Gravità di parole e fatti
Velleio Patercolo
• Lingua e stile
350. Un storico poco imparziale [versione guidata]
351. Un uomo sfortunato
352. Un uomo fortunato
Res Romanae I funerali
353. Trionfo di Metello
354. Pericolosità di Marobòduo
355. Umanità di Tiberio
Curzio Rufo
• Lingua e stile
356. Una storia romanzata [versione guidata]
357. Guarigione di Alessandro
358. La vittoria sui Persiani
359. L’oasi di Ammone
Res Romanae Gli oracoli
360. Babilonia e i suoi lussureggianti giardini
361. Incontro con Alessandro e la regina delle Amazzoni
362. L’India
363. Discorso di Alessandro
364. Un triplo saccheggio
365. Il pianto dei Persiani
Seneca
• Lingua e stile
366. Notizie sull’Apokolokyntosis [versione guidata]
367. L’imperatore Claudio raggiunge il cielo
368. La divinizzazione di Claudio è impedita da Augusto
Res Romanae L’apoteosi
369. La filosofia di Cicerone e quella di Seneca [versione guidata]
370. La felicità è nelle nostre mani
371. L’uomo non deve desiderare più del necessario
372. Non è poco il tempo che abbiamo, è molto quello che sprechiamo
373. Elogio della vita contemplativa
374. Aliter loqueris, aliter vivis
375. Il sapiente e la ricchezza
376. L’ira non è altro che follia
377. La virtù si riscontra anche negli schiavi
378. Caducità dell’esistenza
379. L’educazione del corpo
380. Motivi di consolazione
381. Come trattare gli schiavi
Res Romanae L’emancipazione degli schiavi
382. Come allungare la vecchiaia
383. La solitudine è una forma di ostentazione
384. In ciò che si dice conta la sostanza più della forma
385. La Natura rende grande la gloria
386. Perché gli dei perseguitano i buoni?
387. L’ingiuria non offende il saggio
388. Un nome per i difetti
389. Le due repubbliche
390. Il terremoto
Petronio
• Lingua e stile
391. Alcune questioni riguardanti il Satyricon [versione guidata]
392. Le preoccupazioni di Quartilla
393. L’atrio di Trimalcione
394. Che la cena abbia inizio!
Res Romanae Cosa mangiavano?
395. La fortuna di un uomo
396. Un inventore sfortunato
397. Realtà o fantasia?
398. La casa di un riccone
Res Romanae La domus
399. Una vendetta fallita
400. Nostalgia del passato
401. Ad Efeso un’inconsolabile matrona trova infine conforto
402. Un potere finito in mare
Quintiliano
• Lingua e stile
403. L’opera di Quintiliano [versione guidata]
404. I modi di trasmettere i primi elementi del sapere ai bambini
405. L’ottimo insegnante
406. Gli alunni diligenti
407. De virtute elocutionis
408. Il giusto stile
409. Euripide, il primo tra i grandi tragediografi greci
Res Romanae Il teatro
410. Cicerone è il modello da seguire
411. Seneca, un valente scrittore ma non adatto ai giovani
Plinio il Giovane
• Lingua e stile
412. Plinio [versione guidata]
413. La morte di un carissimo amico
414. Un aiuto importante
415. La figura di Silio Italico
416. Votazioni segrete in Senato
417. Dolore per la morte di Caio Fannio
418. Valutazioni positive sul teatro di Virginio Romano
419. Parole tenere alla moglie
420. Severità verso noi stessi, indulgenza verso gli altri
421. Sulla possibilità di costruzione di un acquedotto
422. La risposta dell’imperatore
Res Romanae Acqua e fuoco
423. Un incipit solenne
424. Un potere assunto con naturalezza
Tacito
• Lingua e stile
425. Il più grande storico dell’età imperiale [versione guidata]
426. Confronto tra poesia e oratoria
427. Come educare un uomo libero
428. La Germania
429. Caratteristiche dei Germani
430. Diritto di famiglia presso i Germani
431. La guerra tra Roma e i Germani
432. La tirannide soffoca la libertà
433. Anche sotto pessimi principi vivono grandi uomini
434. Agricola, il bilancio di una vita
435. Contro l’avarizia
436. Morte di Vitellio
437. Gli Ebrei
438. Sine ira et studio
439. I pastori salvano Zenobia
440. Uccisione di Agrippina
441. Una straordinaria reggia per Nerone
Res Romanae La domus aurea
442. Il suicidio imposto a Seneca
443. La morte del poeta Anneo Lucano
444. Morte di Petronio
Svetonio
• Lingua e stile
445. Il De vita Caesarum [versione guidata]
446. Cesare al Rubicone
447. Augusto
448. Scarsa indole paterna in Tiberio
449. Aspetto e salute di Caligola
450. Nefasti presagi
451. Vespasiano e la sua riforma del fisco
Res Romanae Le tasse
452. Amicizia tra Tito e Britannico
Apuleio
• Lingua e stile
453. Apuleio, un poligrafo [versione guidata]
454. La povertà ha i suoi vantaggi
455. Il canto melodioso del filosofo
456. Un meraviglioso atrio
457. Le insidie della seduzione
458. La metamorfosi da uomo in asino
Res Romanae La magia
459. Morte di Trasileone
460. La scoperta di Psiche
461. Un terribile mistero
462. Lucio al servizio di un ortolano
463. I giudici sono corrotti!
464. Lucio supplica la dea Iside
Aulo Gellio
• Lingua e stile
465. Una miniera di notizie [versione guidata]
466. Arguzia di Quinto Ortensio
467. Opinioni di Sallustio
468. Scipione l’Africano risponde con sdegno
469. Annibale si prende gioco del re di Siria
470. Un grande attore
Res Romanae In scena!
471. I tre stili letterari
472. Importanza della filosofia
473. Sagace risposta di Cicerone
474. Pacuvio e Accio
475. Strani modi di comunicare
Scriptores Historiae Augustae
L’Historia Augusta
476. Una fonte poco affidabile ma unica [versione guidata]
477. Settimio Severo
478. Adriano il mecenate
Res Romanae Le recitationes
479. Una sorprendente elezione
480. Nepotismo di Marco Aurelio
481. Pertinace
482. Come tenere la disciplina
483. Importanti affermazioni
484. Ritratto di Commodo
485. Lettera di Aureliano al Senato
486. Avidio Cassio
Ammiano Marcellino
• Lingua e stile
487. L’ultimo grande storico di Roma [versione guidata]
488. Usi indecenti della plebe romana
Res Romanae Un popolo di tifosi
489. Lesa maestà
490. Le Alpi Pennine
491. Un’esecuzione implacabile
492. Costumi dei Galli
493. I barbari attaccano
494. Una prova di pazienza
495. Gli Unni
Scrittori cristiani
496. Christianae sapentiae scriptores ex Africa orti [versione guidata]
• Minucio Felice (I-II sec.)
497. Una profonda amicizia
498. La superstizione
499. Il caso ordina il mondo
500. L’evidente presenza di Dio
• Tertulliano (150 ca-225 ca)
501. Traiano e i Cristiani
502. Ciò che gli Ebrei non hanno compreso
503. La vera immagine cristiana
504. Il male esisteva prima di Cristo
505. Il giudizio universale
• Arnobio (III-IV secolo)
506. Dio perdoni i nemici dei Cristiani
507. Il paganesimo è assurdo
• Lattanzio (260?-325?)
508. Causa della persecuzione di Diocleziano
509. Inizio di una persecuzione
510. Tre dottori della Chiesa [versione guidata]
• Girolamo (347-419)
511. Gli Unni all’attacco
512. Gli alberi che producono cattivi frutti vanno estirpati
513. Ad Agostino
514. Il saccheggio di Roma
• Ambrogio (340 ca-397)
515. Il mare è come la Chiesa
516. Un fratello
517. La profondità dello sguardo divino
• Agostino (354-430)
518. Un libro può cambiare la vita
Res Romanae Come leggevano gli antichi?
519. Una comune fallita
520. Un’inattesa conversione
521. La morte di S. Monica
522. Il tempo
523. Le chiese accolgono anche i pagani
524. Chiese cristiane e templi pagani
Il latino nella cultura europea
• Paolo Diacono (720-799)
525. La colonna di Autari
526. Descrizione di un diluvio
• Andrea Cappellano (1150-1220)
527. Che cos’è l’amore
528. La rottura del vincolo amoroso
• Tommaso d’Aquino (1226-1274)
529. Dio ha dato all’uomo il libero arbitrio
530. I beni esteriori
• Dante Alighieri (1265-1321)
531. Il volgare illustre
532. La teoria dei due soli
• Francesco Petrarca (1304-1374)
533. Roma
534. Lettera a Cicerone
• Poggio Bracciolini (1380-1459)
535. Un pretore
536. Risposta elegante di Dante Alighieri
• Lorenzo Valla (1405-1457)
537. I Romani hanno diffuso la loro lingua
• Erasmo da Rotterdam (1466-1536)
538. La follia
539. Un buon metodo di studio
540. Lettera a Lutero
541. Preoccupazioni di Erasmo
• Martin Lutero (1483-1546)
542. Lettera ad Erasmo (I)
543. Lettera ad Erasmo (II)
• Niccolò Copernico (1473-1543)
544. Intuizioni sul movimento delle sfere celesti
545. La Terra si muove
• René Descartes (1596-1650)
546. Meditazione sull’esistenza
547. Cogito, ergo sum
• Galileo Galilei (1564-1642)
548. Considerazioni preliminari
549. Le montagne sulla Luna
• Francis Bacon (1561-1626)
550. L’invidia
551. L’arte del comando
552. Cassandra
• Thomas Hobbes (1588-1679)
553. Che cos’è il Leviatano
554. L’origine dell’aggressività umana
555. Diritto naturale e legge naturale
• Baruch Spinoza (1632-1677)
556. Il contratto sociale
557. La libertà di pensiero non si può reprimere
• Isaac Newton (1642-1727)
558. Terza regola di filosofia naturale
559. Considerazioni sui moti celesti
• Immanuel Kant (1724-1804)
560. Fenomeno e noumeno
561. Il tempo è intuizione pura
562. Lo spazio è soggettivo e ideale
• Karl Marx (1818-1883)
563. Il principato di Augusto
• Papa Giovanni XXIII (1881-1963)
564. Tre caratteristiche della nostra età
• Papa Giovanni Paolo II (1920-2005)
565. Il rapporto tra ragione e fede
• Papa Benedetto XVI (1927-vivente)
566. Le dimissioni di un Papa

Glossario dei termini retorici e stilistici