Cerca nel sito
CATALOGO
Scegli la disciplina
Scegli la disciplina


SCARICA IL CATALOGO SCUOLA SUPERIORE 2017



SCARICA IL CATALOGO SCUOLA MEDIA 2017



SCARICA IL CATALOGO
di LATINO




SCARICA IL CATALOGO di GRECO



SCARICA IL CATALOGO di NARRATIVA SCUOLA MEDIA

S150 - Alfomega - Nuovo vocabolario di greco


2007 - pp. 1360 - 9788824474641 - € 32,00 J. Korinthios
 
 
 




 

Questo vocabolario di greco è uno strumento di studio e di lavoro di nuova generazione e impostazione che punta a conciliare scientificità e chiarezza, completezza e semplicità di esposizione, secondo modalità comunicative di nuova acquisizione.

L’impianto grafico a due colori permette una consultazione agevole dei lemmi disposti in ordine alfabetico.

Il lemma d’ingresso è registrato con iniziale minuscola in grassetto, tranne la parte variabile, che si presenta in tondo; spesso vengono registrate anche le varianti del lemma in tondo.

I nomi propri e i toponimi sono registrati con iniziale maiuscola. Si è alleggerito il lemmario con l’eliminazione di termini poco frequenti nei testi in traduzione.

Non si è ritenuto indispensabile indicare l’etimologia e segnalare la quantità prosodica delle vocali.

Nella scelta dei traducenti si è evitato il ricorso a termini antiquati e desueti e a perifrasi stereotipate, specie dei vocaboli astratti.

In corsivo si presentano alcuni indicatori grammaticali, semantici, di registro dialettale o di settore, quali, ad esempio, avv., pref., ion., topon., nome, pianta etc.

Mancano indicatori del tipo sost., agg. o v., che classificano grammaticalmente i lemmi nelle categorie morfologiche di appartenenza:

il lemma del sostantivo presenta sempre la desinenza in tondo del nominativo e del genitivo e l’articolo per evidenziare il genere e la declinazione di appartenenza;

il lemma dell’aggettivo presenta sempre le uscite in tondo nei tre generi e talvolta anche la desinenza del genitivo;

il lemma del verbo si riconosce morfologicamente dalla terminazione variabile in tondo che può presentarsi in -w o in -omai, in -mi o in -mai.

A colori e in corpo minore vengono segnalate infine le forme verbali irregolari o difficili, le varianti o le forme contratte dei lemmi. La manina colorata e la freccia indicano un rimando a paradigmi, varianti, sinonimi e lemmi affini.