Cerca nel sito
CATALOGO
Scegli la disciplina
Scegli la disciplina


SCARICA IL CATALOGO SCUOLA SUPERIORE 2017



SCARICA IL CATALOGO SCUOLA MEDIA 2017



SCARICA IL CATALOGO
di LATINO




SCARICA IL CATALOGO di GRECO



SCARICA IL CATALOGO di NARRATIVA SCUOLA MEDIA

S290 - i ragazzi e il mare


2006 - pp. 208 - 9788824475778 - € 7,50

Prezzo pdf: €5,69

F. D'Angelo
  • Gli ebook sono consultabili su computer, tablet e smartphone Apple e Android, e-reader ed altri dispositivi compatibili con il drm Adobe, ma non sono stampabili (salvo quando diversamente indicato). Per le informazioni sugli ebook, consulta la guida.
    Per la riproduzione a favore di studenti non vedenti, ipovendenti o con disturbi specifici di apprendimento contatta info.scuola@simone.it
 
 
 




Allungando lo sguardo, i tre fratelli si trovarono al cospetto di una barca straordinariamente bella. Tutt'altro che piccola, aveva lo scafo di una lunghezza di circa nove metri e una larghezza di oltre tre metri. Due potenti motori fuoribondo, a due tempi e ad iniezione diretta, consentivano di raggiungere, in breve tempo, una velocità ragguardevole di circa cinquanta nodi. La carena, a forma di V, era abbastanza profonda; anche il pozzetto prodiero era profondo e ulteriormente protetto da un basso corrimano tubolare, infisso nel bordo per tutta l'estensione del pozzetto. Nel blocco della consolle era ricavato un vano chiuso a livello più basso del ponte dove si trovavano i servizi igienici, e vari stipetti. La consolle era ben protetta, oltre che dall'hardtop, anche da un parabrezza di cristallo temperato. Due poltrone affiancate, regolabili, magistralmente imbottite e sezionabili, consentivano di adattarle alla guida in piedi e da seduti. Alle spalle delle due poltrone era piazzato un blocco con ribalta, dove erano stati inseriti il lavello, il piano per la preparazione delle esche e una vasca con ricircolo. A poppavia si trovava il pozzetto libero con una panca imbottita, ma riciclabile. Nel pavimento c'era una grande vasca per il pescato. Sull'hardtop, ben piazzante, svettavano cinque portacanne; altre erano inserite nella mastra che contornava il pozzetto. Le canne in riposo trovavano la loro collocazione lungo le murate in appositi supporti. Sullhardtop si trovavano le antenne e il radar.