Cerca nel sito
CATALOGO {{assign var=old value=0}} {{foreach from=$collane1 item=c}} {{if $c.sid gt 0}} {{if $c.cid neq $old}} {{/if}} {{else}} {{/if}} {{assign var=old value=$c.cid}} {{/foreach}}
Scegli la disciplina
{{foreach from=$collane2 item=c}} {{if $c.sfilename neq ""}} {{if $c.cid neq $old}} {{/if}} {{else}} {{/if}} {{assign var=old value=$c.cid}} {{/foreach}}
Scegli la disciplina


SCARICA IL CATALOGO SCUOLA SUPERIORE 2017



SCARICA IL CATALOGO SCUOLA MEDIA 2017



SCARICA IL CATALOGO
di LATINO




SCARICA IL CATALOGO di GRECO



SCARICA IL CATALOGO di NARRATIVA SCUOLA MEDIA



Esonero

Vi sono delle circostanze particolari verificandosi le quali è consentito al personale docente, direttivo ed ispettivo della scuola l’esonero dall’espletamento dei normali obblighi di servizio caratterizzanti la funzione.

Esoneri dal servizio per incarichi e borse di studio, congedi per attività artistiche e sportive

Il personale della scuola (docente, direttivo ed ispettivo) può essere autorizzato dal Ministero della P.I. ad accettare incarichi temporanei per partecipare a commissioni giudicatrici di concorsi o di esami; ad accettare incarichi per l’espletamento di attività di studio, ricerca, consulenza tecnica presso Amministrazioni statali, Enti pubblici, Stati stranieri, organismi o Enti internazionali e a partecipare per non più di cinque giorni a convegni e congressi organizzati da associazioni professionali sulle problematiche della scuola.

La L. 23-12-1998, n. 448 (Misure di finanza pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo) all’art. 26, comma 8, primo periodo dispone che: "L’amministrazione scolastica centrale e periferica può avvalersi, per i compiti connessi con l’attuazione dell’autonomia scolastica, dell’opera di docenti e dirigenti scolastici, forniti di adeguati titoli culturali, scientifici e professionali, nei limiti di un contingente non superiore a cinquecento unità, determinato con decreto del ministro della pubblica istruzione, di concerto con il ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica".

Sono previsti inoltre, indipendentemente da specifici accordi culturali, scambi di insegnanti con altri Paesi e, in particolare, con quelli della Comunità europea. La retribuzione e gli altri assegni cui ha titolo il personale interessato sono a carico dell’Amministrazione scolastica per tutto il periodo di permanenza all’estero.

È considerato servizio d’insegnamento a tutti gli effetti, il periodo di esonero trascorso dal personale della scuola nello svolgimento delle predette attività.

Al personale docente di materie artistiche e agli insegnanti di educazione fisica, possono essere concessi congedi particolari, con diritto alla corresponsione degli interi assegni, per la durata complessiva non superiore a trenta giorni per lo svolgimento rispettivamente di attività artistiche e sportive.

La concessione è subordinata alle esigenze di servizio e al rispetto dei principi della continuità didattica.

Si è già accennato che l’organo competente alla concessione delle autorizzazioni per lo svolgimento di attività in parola è il Ministero della P.I. Tuttavia la domanda debitamente documentata va inviata tramite la via gerarchica (per il personale direttivo sarà il Provveditore agli studi; per il personale docente il Direttore didattico o Preside) con il motivato parere dell’autorità scolastica.

Con il D.P.R. 26-4-1992, n. 300, emanato in attuazione delle previsioni di cui all’art. 20 della L. 241/90 in tema di silenzio assenso, si è previsto per la richiesta di autorizzazione allo svolgimento delle predette attività un termine di tempo decorso il quale la domanda si intende accolta (silenzio-assenso).

Il termine è di 15 gg. per l’assenso ad incarichi temporanei presso commissioni giudicatrici, e di 30 gg. per l’espletamento di attività di studio e ricerca presso organismi di varia natura e per partecipare a convegni.

Esoneri e semiesoneri per i docenti con funzioni vicarie

I docenti incaricati di sostituire il direttore didattico o il preside in caso di assenza o impedimento di qualsiasi natura, possono ottenere che il provveditore agli studi li autorizzi all’esonero o semiesonero dall’attività didattica in senso stretto, ovvero dall’attività di insegnamento.

Diverse sono le condizioni che legittimano la richiesta a seconda della provenienza del docente da questo o quel tipo di scuola:

— per la scuola materna ed elementare deve trattarsi, ai fini dell’esonero, di un circolo didattico con più di 80 classi;

— per la scuola media si ha riguardo a scuole con più di 50 classi, per l’esonero, e con più di 35 classi per il semiesonero;

— per la scuola secondaria superiore valgono gli stessi limiti operanti per la scuola media;

— per gli istituti professionali e per gli istituti d’arte è richiesta la presenza di più di 40 classi in caso di esonero, e di più di 30 classi in caso di semiesonero.

L’esonero ed il semiesonero possono essere concessi sulla base di un numero di classi inferiore rispetto a quello suelencato, nel caso di scuole ed istituti che funzionano con classi di doposcuola, corsi serali, doppi turni o che abbiano succursali, sedi staccate o coordinate.

Funzione docente
Reclutamento del personale docente
Funzione direttiva
Funzione ispettiva
Diritti del personale della scuola
Esonero
Doveri del personale scuola
Sanzioni disciplinari
Cessazione del rapporto di lavoro



Stato giuridico del personale della scuola
Funzione docente
Reclutamento del
   personale docente
Funzione direttiva
Funzione ispettiva
Diritti del personale
   della scuola
Esonero
Doveri del
   personale scuola
Sanzioni disciplinari
Cessazione del
   rapporto di lavoro