Cerca nel sito
CATALOGO {{assign var=old value=0}} {{foreach from=$collane1 item=c}} {{if $c.sid gt 0}} {{if $c.cid neq $old}} {{/if}} {{else}} {{/if}} {{assign var=old value=$c.cid}} {{/foreach}}
Scegli la disciplina
{{foreach from=$collane2 item=c}} {{if $c.sfilename neq ""}} {{if $c.cid neq $old}} {{/if}} {{else}} {{/if}} {{assign var=old value=$c.cid}} {{/foreach}}
Scegli la disciplina


SCARICA IL CATALOGO SCUOLA SUPERIORE 2017



SCARICA IL CATALOGO SCUOLA MEDIA 2017



SCARICA IL CATALOGO
di LATINO




SCARICA IL CATALOGO di GRECO



SCARICA IL CATALOGO di NARRATIVA SCUOLA MEDIA



Le novità della riforma Moratti

La riforma Moratti riprende l'impianto del progetto Berlinguer-De Mauro, che prevedeva l'unificazione della scuola elementare e media in un solo ciclo.
Il sistema scolastico sarà quindi diviso in:

  • Scuola dell'infanzia: durerà tre anni e contribuirà all'educazione e allo sviluppo affettivo, psicomotorio e sociale del bambino. Dal prossimo anno potranno iscriversi i bambini di 2,5 anni che compiranno tre anni entro il 28 febbraio 2004 e il 30 aprile per gli anni successivi.
  • Primo ciclo: durerà 8 anni, 5 per la primaria e 3 per la secondaria di primo grado. Potranno iscriversi i bambini di 5,5 anni che compiranno 6 anni entro il 28 febbraio 2004 e il 30 aprile per gli anni successivi.
    I 5 anni della scuola primaria saranno divisi secondo il modello "1+2+2"; i 3 anni della secondaria di primo grado, invece, secondo il modello "2+1".
    Al termine del ciclo ci sarà l'esame di Stato. Poi gli studenti dovranno scegliere fra i licei e la formazione professionale
  • Secondo ciclo: sarà di 5 anni per i licei e di 4 per gli istituti professionali; per quest'ultimi è previsto un anno integrativo nel caso l'alunno scelga di accedere all'università.
    I licei: saranno 8, divisi per indirizzi:
  • classico
  • scienze umane
  • economico
  • linguistico
  • musicale
  • scientifico
  • tecnologico

    Saranno divisi in due bienni più un anno di approfondimento e orientamento (2+2+1). Il ciclo si concluderà con l'esame di Stato che darà accesso all'università.
    Formazione professionale: gli istituti di formazione professionale dovrebbero coprire 10 aree:
  • agricola-ambientale
  • tessile-sistema moda
  • meccanica
  • chimica e biologica
  • grafica-multimediale
  • elettrica-elettronica-informatica
  • edile e del territorio
  • turistico-alberghiera
  • aziendale-amministrativa
  • sociale-sanitaria

    Accanto a queste aree garantite a livello nazionale ci dovrebbero essere dei percorsi di studio legati a esigenze economiche e produttive locali.
    Durante la formazione, secondo l'art. 4 del disegno di legge, sarà possibile, a partire dai 15 anni, svolgere periodo di stage in collaborazione con imprese, associazioni del settore e Camere di commercio.
    Alla fine dei 4 anni lo studente che volesse iscriversi all'università dovrà svolgere un anno integrativo con un esame di Stato finale, per "riallineare" la proprio formazione al corso di laurea prescelto.

    Durante il secondo ciclo sarà assicurata la possibilità di cambiare indirizzo all'interno dei licei e degli istituti di formazione, e di passare da un sistema all'altro tramite "passerelle" che facilitino l'orientamento.

    Le novità della riforma Moratti
    La didattica, la valutazione, i crediti
    Il reclutamento del personale docente
    Favorevoli e contrari: i pareri sulla riforma
    Il testo della legge
    Schema grafico della riforma dei cicli




  • Riforma Moratti: la legge, le novità, i commenti
    Le novità della
       riforma Moratti
    La didattica,
       la valutazione, i crediti
    Il reclutamento del
       personale docente
    Favorevolie contrari:
       i pareri sulla riforma
    Il testo della legge
    Schema grafico della
       riforma dei cicli