Cerca nel sito
CATALOGO {{assign var=old value=0}} {{foreach from=$collane1 item=c}} {{if $c.sid gt 0}} {{if $c.cid neq $old}} {{/if}} {{else}} {{/if}} {{assign var=old value=$c.cid}} {{/foreach}}
Scegli la disciplina
{{foreach from=$collane2 item=c}} {{if $c.sfilename neq ""}} {{if $c.cid neq $old}} {{/if}} {{else}} {{/if}} {{assign var=old value=$c.cid}} {{/foreach}}
Scegli la disciplina


SCARICA IL CATALOGO SCUOLA SUPERIORE 2017



SCARICA IL CATALOGO SCUOLA MEDIA 2017



SCARICA IL CATALOGO
di LATINO




SCARICA IL CATALOGO di GRECO



SCARICA IL CATALOGO di NARRATIVA SCUOLA MEDIA



L’impatto ambientale

Inquinamento, "effetto serra", surriscaldamento, deforestazione, estinzione sono tutti termini che stanno entrando prepotentemente nel nostro vocabolario soprattutto in quest’epoca in cui la globalizzazione dell’economia si associa spesso all’uso indiscriminato delle risorse e al disinteresse per le conseguenze sull’ambiente. La Terra, insomma, da fonte naturale di ricchezza per l’uomo (acqua, alberi, minerali) rischia di trasformarsi in una enorme pattumiera.

La deforestazione

Anche le foreste sono in pericolo: queste infatti vengono distrutte dall’uomo per vari scopi commerciali, dallo sfruttamento del legname a livelli industriali alla produzione della carta, alla creazione di zone destinate all’agricoltura o alla costruzione di edifici. Gli effetti della progressiva riduzione delle zone verdi del pianeta sono devastanti: influiscono sui cambiamenti del clima, provocano la sparizione di alcune specie animali caratteristiche di quei luoghi, rendono i terreni più soggetti alle frane e causano un aumento dell’inquinamento atmosferico in quanto le foreste producono ossigeno ed eliminano anidride carbonica. Nonostante ciò, ogni anno scompaiono 250.000 km2 di foresta, una superficie estesa quasi quanto l’Italia, con la rapidità impressionante di circa 20 ettari al minuto. Il disboscamento più massiccio è stato subito dalle foreste tropicali che, nel 1950, occupavano il 30% delle terre emerse, mentre oggi sono state ridotte al 7%. Il caso più drammatico è stato quello del Madagascar, nel Sud dell’Africa, dove le foreste che coprivano l’85% del territorio ora sono ridotte all’8%.

Tra le conseguenze più immediate della deforestazione, quelle che destano maggiori preoccupazioni sono la riduzione della biodiversità, ovvero della varietà di piante, animali e microrganismi del pianeta, e la desertificazione di molte terre una volta coltivabili.

Il surriscaldamento

Le foreste svolgono un compito importantissimo in natura: quello di assorbire anidride carbonica e di produrre ossigeno. Per questo motivo, quando si parla delle grandi foreste nel nostro pianeta, si usa l’espressione "polmone verde".

Se le previsioni degli esperti si riveleranno esatte, nei prossimi 50 anni la temperatura media del pianeta si alzerà di circa 2 gradi, un numero che può sembrare insignificante, ma che potrebbe provocare dei veri e propri sconvolgimenti ambientali, come lo scioglimento dei ghiacci polari, l’innalzamento del livello del mare con conseguenti inondazioni, lo spostamento delle fasce climatiche e delle corrispondenti vegetazioni.

Effetto serra e "buco" nell’ozono

Responsabili del surriscaldamento sono le emissioni gassose prodotte dalle industrie e dai mezzi di trasporto. Il fenomeno più studiato attualmente è il cosiddetto "effetto serra". L’effetto serra in realtà esiste in natura: l’atmosfera, infatti, avvolge la Terra, creando una sorta di protezione dai raggi solari e comportandosi come i vetri di una serra, che permette al nostro pianeta di avere una temperatura che si aggira intorno a una media di 15° C. L’aumento delle attività economiche, dei trasporti e delle emissioni dei gas di scarico dell’ultimo secolo stanno modificando la composizione chimica dello strato di atmosfera, causando un pericoloso aumento delle temperature.

L’inquinamento è responsabile anche del fenomeno conosciuto come "buco nell’ozono", che consiste nell’assottigliamento dello strato di ozono, un gas che è presente nella stratosfera e che protegge la Terra dalle radiazioni provenienti dal Sole

(tratto da: V. Ardone, Il pianeta delle differenze. La globalizzazione spiegata da un fotoreporter ai suoi figli, Edizioni Simone per la scuola, Napoli 2005)







Il pianeta delle differenze
La globalizzazione spiegata da un fotoreporter ai suoi figli

pp. 224, € 8,00

scarica l'indice
scarica il 1° capitolo


Area docenti: Risorse e materiali gratuiti

Laboratorio di giornalismo

Il giornalino della globalizzazione

Antologia di letture

Test on line

Botteghe del mondo e commercio equo e solidale

Indice la globalizzazione nord e sud del mondo bambini che lavorano impatto ambientale lo scontro di civiltà consumismo e sviluppo sostenibile La scomparsa delle tradizioni locali internet e le nuove tecnologie i movimenti no global e l'economia solidale