Cerca nel sito
CATALOGO
Scegli la disciplina
Scegli la disciplina


SCARICA IL CATALOGO SCUOLA SUPERIORE 2017



SCARICA IL CATALOGO SCUOLA MEDIA 2017



SCARICA IL CATALOGO
di LATINO



SCARICA il CATALOGO d'INGLESE


SCARICA il CATALOGO di SPAGNOLO



SCARICA IL CATALOGO di GRECO



SCARICA IL CATALOGO di NARRATIVA SCUOLA MEDIA



I percorsi didattici aggiuntivi

I percorsi precedentemente descritti, pur se sensibili all’individualizzazione dell’insegnamento, non assicurano però il pieno rispetto dell’identità socio-culturale e personale dei singoli.

La scuola, come già visto, deve promuovere e coltivare tutte le dimensioni della personalità, valorizzando le tendenze personali che eventualmente si manifestano negli alunni. Proprio per questo, fin dagli anni Sessanta, si sono promosse le più diverse attività integrative (espressive, motorie, musicali ecc.) che hanno coinvolto gruppi di alunni, anche appartenenti a classi e a età diverse, in orari al di fuori delle normali attività scolastiche.

Le attività integrative, negli ultimi anni, sono state tenute in grande considerazione e, recentemente, soprattutto a seguito dell’introduzione dell’autonomia scolastica, sembrano vivere una nuova vita perché ogni singola scuola tende a personalizzare l’offerta formativa, mostrando di poter soddisfare le esigenze di gran parte degli alunni, e quindi introduce nel suo progetto d’istituto una serie di attività che gli allievi possono scegliere di frequentare.

Molto spesso tali attività sono progettate in maniera che esse si svolgano in alternanza ai percorsi curricolari e possono prevedere il raggruppamento di alunni che prescindano dai livelli di apprendimento curricolare raggiunto; ciò è molto interessante perché i ragazzi si ritrovano a svolgere attività per le quali si sentono portati, riscoprendo uno spirito di gruppo che, a volte, nell’attività di scuola "normale", è minato dal fatto che esistono differenziazioni di merito nell’ambito della classe.

L’offerta da parte delle scuole delle attività integrative permette di venire incontro alle esigenze di molti alunni che nutrono interessi diversificati, ma è indirizzata soprattutto ai ragazzi superdotati, che in una scuola non organizzata dovevano accontentarsi di raggiungere gli obiettivi formativi standard, fissati molto spesso per essere raggiunti dagli alunni meno dotati e quindi di basso livello culturale per chi possiede capacità intellettive superiori alla media.

La recente normativa sull’autonomia scolastica chiede all’insegnante di differenziare la sua offerta formativa individuando, parallelamente, obiettivi comuni e obiettivi integrativi. In altre parole, e non ci si stancherà mai di ripeterlo, gli insegnanti devono essere forniti di competenze specifiche nella progettazione di percorsi didattici mirati alla tipologia di alunni con cui hanno a che fare e nell’utilizzo delle metodologie di trasmissione del sapere più adatte per ogni situazione.

Ieri e oggi
La situazione attuale
Il pieno sviluppo degli individui
L’insegnamento individualizzato
I percorsi didattici flessibili
I percorsi didattici diversificati
I percorsi didattici aggiuntivi




Gli interventi didattici differenziati
Ieri e oggi
La situazione attuale
Il pieno sviluppo
   degli individui
L’insegnamento
   individualizzato
I percorsi
   didattici flessibili
I percorsi
   didattici diversificati
I percorsi
   didattici aggiuntivi