Cerca nel sito
CATALOGO {{assign var=old value=0}} {{foreach from=$collane1 item=c}} {{if $c.sid gt 0}} {{if $c.cid neq $old}} {{/if}} {{else}} {{/if}} {{assign var=old value=$c.cid}} {{/foreach}}
Scegli la disciplina
{{foreach from=$collane2 item=c}} {{if $c.sfilename neq ""}} {{if $c.cid neq $old}} {{/if}} {{else}} {{/if}} {{assign var=old value=$c.cid}} {{/foreach}}
Scegli la disciplina


SCARICA IL CATALOGO SCUOLA SUPERIORE 2017



SCARICA IL CATALOGO SCUOLA MEDIA 2017



SCARICA IL CATALOGO
di LATINO




SCARICA IL CATALOGO di GRECO



SCARICA IL CATALOGO di NARRATIVA SCUOLA MEDIA



Circolare Ministeriale 13 febbraio 2002, n. 13

Prot. n. 2716

Oggetto: Adozione dei libri di testo nelle scuole elementari e nelle scuole ed Istituti di istruzione secondaria ed artistica per l'anno scolastico 2002/2003

L'adozione dei libri di testo rappresenta, sulla base delle enunciazioni contenute nel D.P.R. 8 marzo 1999, n. 275, espressione dell' autonomia didattica delle istituzioni scolastiche, che si realizza anche con la scelta e l'utilizzazione delle metodologie e degli strumenti didattici, coerentemente con il Piano dell' Offerta Formativa.

Tale adempimento rientra, come è noto, tra i compiti attribuiti al collegio dei docenti, sentiti i consigli di classe, secondo quanto previsto dall' art. 7, comma 2, lett. e, del D.L.vo 16 aprile 1994, n. 297.

In relazione alle modificazioni introdotte dal D.P.R. n. 347 del 6/11/2000, con cui è stato adottato il regolamento recante norme di organizzazione del Ministero della pubblica istruzione - che attribuisce unicamente alla scrivente struttura la competenza in materia di ordinamenti scolastici per le scuole di ogni ordine e grado - risulta ora possibile fornire indicazioni unitarie per tutti gli ordini e gradi di scuola.

Stante l'esigenza di operare scelte coerenti con i contenuti e le finalità del Piano dell'Offerta Formativa, è opportuno che i docenti effettuino in via preliminare, sia singolarmente sia nel contesto degli organi collegiali in cui sono chiamati ad esprimersi, una puntuale verifica dei testi in uso ed un attento esame delle nuove proposte editoriali.

In tale fase preliminare del procedimento, si ritiene necessario che i collegi dei docenti considerino l'opportunità di prevedere modalità specifiche di valutazione dei contenuti dei testi a disposizione, sia di quelli in uso e sia di quelli proposti all'attenzione delle scuole da parte degli operatori accreditati dalle case editrici o dall' ANARPE, mediante la costituzione di comitati misti (docenti, genitori ed eventualmente alunni) o di altri momenti collegiali di valutazione.

Gli elenchi dei testi adottati dovranno essere pubblicati all'albo della scuola entro l'ultima decade del mese di maggio ed entro il 7 giugno 2002 ne dovrà essere trasmessa copia all'AIE-Associazione Italiana Editori, Via delle Erbe, n. 2 - 20121 Milano.

Come per lo scorso anno, per rendere più agevole il predetto adempimento, l' AIE provvederà ad inviare alle scuole, per il tramite degli Uffici Scolastici Regionali, appositi modelli per la compilazione degli elenchi delle adozioni, nonché le buste da utilizzare per la relativa restituzione, senza alcun onere per le scuole medesime.

Alle stesse condizioni, e cioè senza l'assunzione di oneri a proprio carico, le scuole avranno altresì cura di corrispondere a richieste di invio di copia degli elenchi dei testi adottati, avanzate dall' ANARPE, da associazioni di categoria, associazioni sindacali ovvero organizzazioni di settore.

Come già segnalato in passato, l'AIE, oltre a farsi carico di inviare alle istituzioni scolastiche i modelli e le buste di cui sopra, assumendosi parimenti i costi dell'intera operazione, si è impegnata a mettere a disposizione delle scuole che intendono avvalersi dell'opportunità informatica uno strumento di lavoro on-line, coperto da password, che consente alle medesime di accedere, via Internet alle informazioni relative al catalogo aggiornato dei testi scolastici con il prezzo di listino comunicato dagli editori e di trasmettere, al sito www.adozioniaie.it, i dati relativi alle adozioni disposte.

A tal riguardo, si sottolinea l'opportunità di ricorrere alla trasmissione informatica dell' elenco dei testi adottati, limitando, per quanto possibile, la spedizione per via postale.

Si trasmettono, in allegato, il decreto contenente il prezzo dei libri di testo della scuola elementare nonché il decreto con cui viene fissato il prezzo massimo complessivo della dotazione libraria per ciascun anno di corso della scuola dell'obbligo.


Decreto Direttoriale 13 febbraio 2002

Prezzo dei libri di testo della Scuola Elementare

VISTA la legge 1.08.1964, n. 719;

VISTO il D.P.R. 12.02.1985, n. 104, relativo all’approvazione dei nuovi programmi per le scuole primarie;

VISTO il D.P.R. 23.01.1986, n. 300, recante norme ed avvertenze per la compilazione dei libri di testo delle classi 1a e 2a della scuola elementare;

VISTO il D.P.R. 31.12.1987, n. 578, recante norme ed avvertenze per la compilazione dei libri di testo delle classi 3a 4a e 5a della scuola elementare;

VISTO il D.P.R. 08.05.1987, n. 204, inerente l’approvazione dei nuovi programmi di insegnamento della religione cattolica;

VISTO il D.P.R. 28.02.1988, n. 161, relativo alla compilazione dei libri di testo per l’insegnamento della religione cattolica;

VISTO il Decreto 25.03.1994 recante norme ed avvertenze per la compilazione dei libri di testo di lingua straniera nella scuola elementare;

VISTO il D.L.vo 16.04.1994, n. 297;

VISTO il protocollo d’intesa del 18.03.1997 n. 125446, stipulato tra il Ministero dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato e dalle organizzazioni di rappresentanza degli Editori;

VISTO il D.M. in data 28.02.2001, con il quale è stato stabilito il prezzo di copertina dei libri di testo per le scuole elementari per l’anno scolastico 2001/2002;

VISTA la legge 23.12.1998, n. 488, art. 27;

VISTO il D.M. 0.12.1999, n. 547, riguardante il regolamento di approvazione delle norme ed avvertenze per la compilazione dei libri di testo per la scuola dell’obbligo e i criteri per la determinazione del prezzo massimo complessivo delle dotazioni librarie necessarie per ciascun anno della scuole dell’obbligo;

VISTO il tasso di inflazione reale per l’anno 2001, comunicato dall’ISTAT con nota n. 288 del 28.01.2002;

VISTO il tasso di inflazione programmato nel D.P.E.F. per il triennio 2002/2004;

RICONOSCIUTA la necessità di modificare, per l’anno scolastico 2002/2003 i prezzi di cui al predetto D.M. del 28.02.2001, in conformità delle indicazioni contenute nel protocollo d’intesa n. 125446 del 18.03.1997 sopra citato;

DECRETA:

ART. 1 -

Il prezzo di copertina di ciascun volume comprensivo di I.V.A., in relazione alle specifiche caratteristiche, è stabilito come segue:

 

Classe

Letture

Sussidiari

Religione

Lingua straniera

1° Ciclo

1a

€ 8,44 (L. 16.350)

 

€ 2,44 (L. 4.730)

 

2a

€ 9,66 (L. 18.710)

     

2° Ciclo

3a

€ 11,17 (L. 21.625)

€ 12,45 (L. 24.115)

€ 9,21 (L. 17.840)

€ 8,57 (L. 16.600)

4a

€ 12,27 (L. 23.765)

€ 15,13 (L. 29.300)

 

€ 8,57 (L. 16.600)

5a

€ 14,88 (L. 28.815)

€ 17,76 (L. 34.395)

 

€ 8,57 (L. 16.600)

ART. 2 -

Per gli acquisti effettuati a carico del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e degli Enti Locali, viene praticato dai librai lo sconto dello 0,25% sul prezzo di copertina.


Decreto Direttoriale 13 febbraio 2002

Prezzo dei libri di testo della Scuola dell'Obbligo

VISTO il D.L.vo 16.04.1994, n. 297;

VISTA la legge 20.01.1999, n. 9;

VISTO l’articolo 27, comma 3, della legge 23.012.1998, n. 448;

VISTO il D.M. N. 547 del 07.12.1999, con il quale è stato adottato il regolamento relativo all’approvazione delle norme e avvertenze tecniche per la compilazione del libro di testo da utilizzare nella scuola dell’obbligo ed ai criteri per la determinazione del prezzo massimo complessivo della dotazione libraria necessaria per ciascun anno della predetta scuola;

VISTO il D.M. n. 63 del 16.02.2001, con il quale, in relazione alle previsioni del predetto regolamento, è stato determinato, per l’anno scolastico 2001/2002, per ciascuna classe della scuola media e per il primo anno di corso di ciascun indirizzo di studio della scuola secondaria superiore, il prezzo massimo complessivo della dotazione libraria necessaria da assumere quale limite all’interno del quale i docenti sono tenuti ad operare le proprie scelte;

ATTESA l’esigenza di provvedere in proposito per l’anno scolastico 2002/2003;

VISTE le risultanze del monitoraggio compiuto sui dati riguardanti la spesa complessiva sostenuta dalle famiglie per la dotazione libraria delle classi anzi citate, quali risultano riportate nella relazione tecnica prodotta dai competenti Uffici dell’Amministrazione, dalla quale si evidenzia un generalizzato contenimento della spesa;

CONSIDERATO che, in relazione al quadro di riferimento come sopra riportato, esistono i necessari presupposti per confermare per l’anno scolastico 2002/2003, per la dotazione libraria delle classi interessate, i prezzi indicati nel D.M. n. 63 del 16.02.2001 incrementati del 2,7%, corrispondente alla somma della differenza tra il tasso di inflazione programmato per l’anno 2001 (1,7%), ed il tasso effettivo di inflazione per il 2001 (2,7%), e del tasso di inflazione programmato per il 2002 (1,7%). I prezzi medesimi vengono arrotondati per eccesso o per difetto a € 0,50, immediatamente superiori o inferiori;

DECRETA:

ART. 1 -

Per l’anno scolastico 2002/2003, il prezzo massimo complessivo della dotazione libraria necessaria per le discipline di ciascun anno di corso della scuola secondaria di primo grado da assumere quale limite all’interno del quale i docenti sono tenuti ad operare le proprie scelte, è così determinato:

  • 1^ media € 280,00 (L. 542.256)
  • 2^ media € 108,00 (L. 209.508)
  • 3^ media € 124,00 (L. 240.318)

ART. 2 -

Per l’anno scolastico 2002/2003, il prezzo massimo complessivo della dotazione libraria necessaria per le discipline del primo anno di corso di ciascuno degli indirizzi di studio della scuola secondaria superiore, da assumere quale limite all’interno del quale i docenti sono tenuti ad operare le proprie scelte, è così determinato:

  • L. Classico € 317,00 (L. 614.146)
  • L. Socio Psico Pedagogico € 299,00 (L. 577.174)
  • L. Scientifico € 303,00 (L. 587.444)
  • L. Linguistico € 304,00 (L. 588.471)
  • Ist. Prof. Agricol. Amb. € 247,00 (L. 478.582)
  • Ist. Prof. Serv. Ec. Az. € 204,00 (L. 394.368)
  • Ist. Prof. Serv. Pubbl. € 204,00 (L. 394.368)
  • Ist. Prof. Servizi Sociali € 198,00 (L. 384.098)
  • Ist. Prof. Serv: Alberg. E Rist. € 243,00 (L. 470.366)
  • Ist. Prof. Ind. E Artigianato € 214,00 (L. 413.881)
  • Istituto d’Arte € 273,00 (L. 528.905)
  • L. Artistico € 235,00 (L. 455.988)
  • Ist. Tec. Agrario € 257,00 (L. 498.095)
  • Ist. Tec, Aeronautico € 225,00 (L. 435.488)
  • Ist. Tec. Commerciale € 245,00 (L. 473.447)
  • Ist. Tec. Per. Az. Corr. Lin. Est. € 245,00 (L. 473.447)
  • Ist. Tec. Attività Sociali € 251,00 (L. 486.798)
  • Ist. Tec: Industriale € 254,00 (L. 491.933)
  • Ist. Tec: Nautico € 264,00 (L. 510.419)
  • Ist. Tec. Geometri € 253,00 (L. 489.879)
  • Ist. Tec. Turismo € 279,00 (L. 540.202)

ART. 3 -

Eventuali incrementi degli importi indicati nei precedenti artt. 1 e 2, disposti ai sensi dell’art. 2, comma 4, del D.M. n. 547 del 07.12.1999 citato nelle premesse debbono essere contenuti entro il limite del 10%.

ART. 4 -

Per le finalità di cui all’art. 5 del già citato D.M. 07.12.1999 le istituzioni scolastiche forniscono, entro il 10 giugno 2002, al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, i dati riguardanti la spesa complessiva sostenuta per la dotazione libraria da ogni classe della scuola secondaria di primo grado e dalle classi dei primi due anni di corso della scuola secondaria superiore.






Normativa scuola
Costituzione italiana
Autonomia scolastica
Amministrazione della
   pubblica istruzione
Organi collegiali
   territoriali
Testo unico in
   materia di istruzione
Esami di stato
Obbligo scolastico e
   formativo
Statuto degli studenti
   e delle studentesse
Contratto collettivo
   nazionale scuola