S980 – Franco Bruno Vitolo – Cioccolato ad Auschwitz

8,90

“Lo sguardo fu attirato a terra da un cespuglio di erba. Sporco, ricoperto di fango, ma era erba, erba verde, con tanta terra attorno. Appetitosa, quasi. Mi abbassai con devozione. Non ci pensai due volte a metterla in bocca. A masticarla. Lentamente.

Ad inghiottirla. Lo gustai tutto, quel sapore. Era il sapore della disperazione. Mi sembrò per un istante sapore di cioccolato”.

Il 16 ottobre 1943 le truppe naziste deportano 1022 persone dal ghetto ebraico di Roma al campo di concentramento di Auschwitz. Due anni dopo tornano a casa soltanto in sedici, tra cui un’unica donna: Settimia Spizzichino.

Cioccolato ad Auschwitz è il racconto di uno dei tanti viaggi della memoria compiuti nel lager polacco da Settimia per testimoniare l’orrore della Shoah: insieme a un gruppo di studenti e al loro professore, la protagonista ripercorre alcuni dei momenti più drammatici vissuti durante la prigionia, adempiendo al doloroso dovere di portare al mondo la “mala novella” di quanto avvenne nei campi di sterminio.

COD: 9788891428967 Categoria:

Descrizione

Cronaca di un viaggio della memoria tra passato e presente

“Lo sguardo fu attirato a terra da un cespuglio di erba. Sporco, ricoperto di fango, ma era erba, erba verde, con tanta terra attorno. Appetitosa, quasi. Mi abbassai con devozione. Non ci pensai due volte a metterla in bocca. A masticarla. Lentamente.

Ad inghiottirla. Lo gustai tutto, quel sapore. Era il sapore della disperazione. Mi sembrò per un istante sapore di cioccolato”.

Il 16 ottobre 1943 le truppe naziste deportano 1022 persone dal ghetto ebraico di Roma al campo di concentramento di Auschwitz. Due anni dopo tornano a casa soltanto in sedici, tra cui un’unica donna: Settimia Spizzichino.

Cioccolato ad Auschwitz è il racconto di uno dei tanti viaggi della memoria compiuti nel lager polacco da Settimia per testimoniare l’orrore della Shoah: insieme a un gruppo di studenti e al loro professore, la protagonista ripercorre alcuni dei momenti più drammatici vissuti durante la prigionia, adempiendo al doloroso dovere di portare al mondo la “mala novella” di quanto avvenne nei campi di sterminio.

 

INDICE

Parola d’autore – Lettera ai lettori

I luoghi della storia

I personaggi della storia

Cioccolato ad Auschwitz

1. Tra le nuvole

Obiettivi in agenda

I SALVATI – nomi e storie di altri celebri sopravvissuti

2. L’abisso dei secoli

Obiettivi in agenda

Campi di concentramento in Italia: tra memoria e rinascita

3. Oltre ogni libro

Obiettivi in agenda

Visita virtuale ad Auschwitz

4. La “luce” di Kolbe

Obiettivi in agenda

Lo Yad Vashem e il giardino dei “giusti tra le nazioni”

5. Troppo arrabbiata per morire

Obiettivi in agenda

La testimonianza di un premio Nobel: Elie Wiesel

6. La liberta, come l’aria

Obiettivi in agenda

Il processo di Norimberga

7. L’ultimo saluto

Obiettivi in agenda

I gerarchi nazisti

Appendice Le voci che sopravvivono

Liliana Segre – La mia colpa? Quella di essere nata

Anne Frank – In tutta Amsterdam non c’e posto meglio attrezzato per nascondersi

Rita Levi Montalcini – La negazione del diritto alla vita

Primo Levi – La febbre degli esami

LABORATORIO DIDATTICO

1. Tra le nuvole

2. L’abisso dei secoli

3. Oltre ogni libro

4. La “luce” di Kolbe

5. Troppo arrabbiata per morire

6. La liberta, come l’aria

7. L’ultimo saluto

Appendice Le voci che sopravvivono

Liliana Segre – La mia colpa? Quella di essere nata

Anne Frank – In tutta Amsterdam non c’e posto meglio attrezzato per nascondersi

Rita Levi Montalcini – La negazione del diritto alla vita

Primo Levi – La febbre degli esami

Attività didattiche

1. Cioccolato ad Auschwitz

Presentazione

2. Cioccolato ad Auschwitz

Lavori di gruppo

3. Riflettendo con Settimia e i ragazzi

Proposte di debate

 

9788891428967

Informazioni aggiuntive

Anno Edizione

Collana

pagine

Pagine saggio Scarica Anteprima
Isbn 9788891428967
X
0
    0
    Carrello
    Il carrello è vuotoRitorna ai prodotti